Silvio Muccino a “L’Arena” si sfoga: “Ho tutta la famiglia contro”

Nuova puntata nell’eterna “telenovela” tra i fratelli del cinema italiano.

silvio-muccino_980x571Non si parlano da 10 anni Silvio e Gabriele Muccino,
anche se tra comunicati stampa, social network e ospitate tv se ne continuano a dire di tutti i colori. Stavolta è il fratello minore a dire la sua, in diretta a “L’Arena”, sperando di mettere per sempre la parola fine su questa vicenda che è finita anche in tribunale.

Il regista, infatti, è stato citato in giudizio per diffamazione da Carla Vangelista, amica e collaboratrice di Silvio, accusata più volte da lui di aver plagiato il fratello. La vicenda si è risolta in questi giorni con le pubbliche scuse di Gabriele Muccino alla donna, ma per Muccino junior tutto questo non basta.

“Questi 8 anni non me li restituisce nessuno – ha spiegato Silvio Muccino – Gabriele mi ha screditato da un punto di vista umano. Lui ha screditato la mia integrità, ha fatto in modo che la mia integrità venisse minata alla base, rendendomi manipolabile, un pupazzo. E’ talmente comoda l’argomentazione del plagio, che lui in una lettera che mi ha scritto è arrivato a darsi del plagiato da solo. Conservo le lettere perché domani dirà che ciò che dico non è vero e devo difendermi”.

1447085762694.jpg--guerra_tra_i_fratelli_muccino__gabriele_nei_guai__rischia_di_sborsare_300_mila_euroI rapporti sono incrinati anche con i genitori: “Due mesi fa ricevo una lettera di mio padre che mi dice che se io avessi osato difendermi in tribunale e testimoniare per Carla anche lui si sarebbe scatenato mediaticamente contro di me, rilasciando interviste. Io ho avuto paura come 10 anni fa. Solo che ora ho 34 anni, non posso permettere che la mia vita venga mossa da intimidazioni”.

“In questi anni ho supplicato Gabriele di smetterla, ma lui continua anno dopo anno – ha concluso Silvio Muccino – Io spero che questa intervista qui da te sia la fine, perché la verità rende liberi e questa è la verità. A Gabriele chiedo di andare avanti con la sua vita e di lasciarmi andare avanti con la mia”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *